Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione significa che accetti il loro uso.

Bonifica

SHOCK TERMICO

Si basa nell'aumentare la temperatura dell’acqua calda fino a 70-80 °C continuativamente per 3 gg. facendola scorrere alle utenze per 30 min. (temperatura minima ai punti distali 60 °C).


RISANAMENTO ATTRAVERSO L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI SPECIFICI

si tratta di riempire l’impianto per la distribuzione dell’acqua calda di una soluzione di disinfettante concentrata al punto da eliminare la carica batterica e il biofilm senza intaccare la superficie delltubazioni; lasciare agire tale soluzione per il tempo necessario all’espletamento della sua funzione e svuotare l’impianto verificando che il disinfettante residuo a fine operazione sia stato eliminato.


Quando Intervenire

CONCENTRAZIONE DI LEGIONELLA [UFClll]

CASI ACCERTATI DI LEGIONELLA NOSOCOMIALE

STATO DI CONTAMINAZIONE

MISURE DA APPLICARE

<100

0

PRESENZA LIMITATA

NESSUNA AZIONE

1000-10000

0

CONTAMINAZIONE PRESENTE

Aumentare sorveglianza clinica

Adottare misure specifiche di prevenzione e controllo indicate nelle L.G.

Evitare docce o abluzioni che possono provocare a formazione di aerosol

Ripetere periodicamente i controlli batteriologici

0-10000

>1

CONTAMINAZIONE PRESENTE

Oltre a quanto esposto sopra

Effettuare la bonifica ambientale

Adottare misure specifiche di·prevenz. e controllo

>10000

0

CONTAMINAZIONE MASSIVA

Attuare immediatamente procedure di decontaminazione: shock termico o iperclorazione

Richiedi una consulenza con un nostro esperto Contattaci ora!